IN VITRO: PRESENTAZIONE DEL PROGETTO NAZIONALE - Comune di Conselice

Vai ai contenuti principali
 
 
Percorso: Home - Guida ai servizi - Cultura - IN VITRO: PRESENTAZIONE DEL PROGETTO NAZIONALE  

IN VITRO: PRESENTAZIONE DEL PROGETTO NAZIONALE

“In Vitro” è un progetto sperimentale di promozione della lettura ideato e finanziato dal Centro per il libro e la lettura del Ministero per i Beni e delle attività culturali e attuato con gli enti locali, con AIB (Associazione italiana biblioteche), AIE (Associazione italiana editori), ALI (Associazione librai italiani) e con Nati per leggere.

Obiettivo primario del progetto è aumentare il numero dei lettori abituali nel nostro Paese e allo stesso tempo stimolare i lettori occasionali, favorendo l'abitudine alla lettura attraverso nuove motivazioni ed opportunità, in particolare rivolgendosi alla fascia di popolazione da 0 a 12 anni.

Il progetto, finanziato con 2 milioni di euro grazie alla convenzione tra Arcus Spa e Centro per il libro, partito nel luglio 2012, si concluderà nel maggio 2015. L'ambito di dispiegamento delle azioni è distribuito su sei province italiane, seguendo un'equa distribuzione geografica, individuate principalmente per la presenza sul territorio di reti e sistemi bibliotecari efficienti e per la volontà di adesione al progetto delle istituzioni locali coinvolte.

In particolare, il territorio della provincia di Ravenna è stato scelto per la sperimentazione, anche grazie al ruolo della Rete bibliotecaria di Romagna e San Marino, ad oggi la più grande rete bibliotecaria italiana, modello di cooperazione e condivisione a livello nazionale. Gli altri territori partecipanti sono le province di Biella, Ravenna, Nuoro, Lecce, Siracusa e la Regione Umbria.

Coinvolta in prima linea è la realtà locale, che partecipa al progetto in termini di risorse umane e logistiche, e che provvederà alla promozione e sottoscrizione del Patto locale per la lettura, coinvolgendo istituzioni, imprese private, fondazioni bancarie, associazioni culturali e di volontariato, biblioteche, case editrici, librerie, scuole e università. Tutte queste realtà sono chiamate in questo modo ad unire gli sforzi, i mezzi e le iniziative per favorire l’aumento degli indici di lettura.

In ogni territorio sono stati costituiti i Gruppi locali di progetto, deputati a seguire nel dettaglio e con continuità le attività, ognuno dei quali vede la presenza di un coordinatore, di uno o più responsabili operativi e dei rappresentanti di tutti i soggetti attivamente coinvolti nel programma: rete Nati per Leggere, pediatri, bibliotecari, educatori, operatori dei servizi sociali, librai, editori e autori locali, imprenditori locali, club service, docenti universitari. Il ruolo del gruppo locale è di fondamentale importanza, proprio in virtù del suo essere costituito da un team di professionisti radicati nel territorio.

Il Centro per il libro e la Lettura si pone, invece, come coordinatore nazionale, occupandosi della comunicazione, della selezione delle migliori pratiche ed esercitando in rapporto al gruppo locale la doppia funzione di stimolo e verifica dei risultati attraverso delle rilevazioni statistiche mirate a monitorare lo stato dei lavori.

Da quando il progetto ha preso avvio, sono state sviluppate iniziative rivolte ai lettori, partendo innanzitutto dalla prima infanzia, poiché studi hanno messo in evidenza che chi non ha questa opportunità da piccolo potrebbe non diventare mai lettore.

Verranno distribuiti dei kit di primi libri alle famiglie dei nuovi nati, entro il primo anno di vita dei bambini, tramite i pediatri di famiglia. I kit comprenderanno sia libri dedicati ai neonati sia materiale informativo e bibliografie mirate per i genitori. Per quanto riguarda, in particolare la provincia di Ravenna, il kit, che comprende due libri, sarà consegnato alle famiglie entro i primi anni di vita del bambino grazie alle rete dei pediatri operanti e ad una capillare diffusione di materiali informativi a biblioteche, librerie e scuole.

Un'altra azione consisterà nella consegna agli asili nido di scaffali di libri finanziati dal Centro per il Libro e la Lettura del Ministero per i Beni e delle Attività Culturali.

È stato inoltre definito un percorso di formazione e aggiornamento a vari livelli, per tutti gli operatori coinvolti, volto a creare la nuova figura professionale del promotore di lettura. Durante tutta la durata del progetto, infine, saranno ideate e presentate in tutto il territorio provinciale iniziative di promozione della lettura (letture ad alta voce, concorsi a tema per fasce d'età, tornei e giochi, festival di booktrailer).

Per monitorare lo stato dei lavori si utilizzeranno rilevazioni statistiche in itinere mirate a fotografare, nelle sei aree individuate, le abitudini e i comportamenti di lettura, nonché l'efficacia degli interventi.