Abusivismo, falsi, concorrenza sleale: uno spettacolo a teatro per denunciarlo - Comune di Conselice

Vai ai contenuti principali
 
 
Percorso: Home - Guida ai servizi - Notizie - Abusivismo, falsi, concorrenza sleale: uno spettacolo a teatro per denunciarlo  

Abusivismo, falsi, concorrenza sleale: uno spettacolo a teatro per denunciarlo

teatro-goldoni

Il rispetto della legalità è un tema che tocca tutte le attività di impresa, non ristretto ai fenomeni connessi alla criminalità più o meno organizzata.

Fabbricare e vendere prodotti, mangiare, vestirsi, muoversi, curarsi. La contraffazione oggi si è impadronita di tutti i principali momenti della nostra vita. I "falsi" costituiscono un dramma sociale spesso trascurato dai media e non percepito nella sua pericolosità dai consumatori. Possono provocare danni alla salute di chi li acquista e distruggono economia, lavoro, diritti sociali, dignità umana e identità del made in Italy.

Ma il fenomeno del “falso” è più ampio.

Viene carpita la fiducia dei consumatori ed eluse le norme in mille altri modi: ristoranti in falsi agriturismo, bar-ristoranti in circoli culturali o sportivi-ricreativi, finte sagre, sedicenti volontari che organizzano ristorazione al domicilio del committente, home restaurant che accettano prenotazioni, sedicenti estetiste e parrucchiere in case private, meccanici improvvisati, riparatori abusivi e ancora altro.

Per il Presidente Confcommercio Ascom Lugo Fausto Mazzotti  – che ha voluto fortemente l’iniziativa – “due elementi fondamentali per chi fa impresa nel difficile mondo di oggi sono contare su un fisco equo e una burocrazia essenziale. Ma c’è un terzo elemento altrettanto importante: il rispetto della legalità. Un tema che tocca tutte le attività di impresa, non ristretto come si potrebbe sbrigativamente pensare ai soli fenomeni connessi alla criminalità più o meno organizzata”.

E’ il motivo per cui Confcommercio nazionale ha lanciato il “Progetto di educazione all’acquisto legale e responsabile: fermiamo la contraffazione”, iniziativa finalizzata alla sensibilizzazione e all’informazione su tutti i fenomeni illegali con un particolare accento su contraffazione e abusivismo. E per aumentare l’incisività del messaggio si è deciso di puntare su una comunicazione più immediata, quella del linguaggio teatrale.

“Ed è sempre il motivo – aggiunge il Direttore Luca Massaccesi  - per cui Confcommercio Ascom Lugo insieme alle altre Confcommercio della provincia di Ravenna ha istituito da tempo lo “Sportello Abusivismo”: un servizio, completamente gratuito, per la raccolta di segnalazioni da parte di imprenditori e cittadini sulle attività abusive, di qualunque genere, che vengono poi trasmesse agli organi di controllo”.

È da queste considerazioni che prende vita lo spettacolo "Tutto quello che sto per dirvi è falso", scritto da Andrea Guolo e interpretato dall'attrice Tiziana Di Masi per la regia di Maurizio Cardillo, che Confcommercio Ascom Lugo offre gratuitamente ad associati e amici, coinvolgendo le autorità a vari livelli istituzionali; una occasione di consapevolezza, riflessione e stimolo per l’incremento dell’impegno nel contrasto alla illegalità.

Per il Sindaco di Bagnacavallo Eleonora Proni  è un’importante opportunità per la città e il suo teatro ospitare lo spettacolo proposto da Confcommercio Ascom per denunciare fenomeni di illegalità diffusa contro i quali “il Comune di Bagnacavallo da diversi anni si impegna, collaborando con le associazioni di categoria e con gli operatori del settore per mettere in atto azioni in grado di individuare e contrastare le attività esercitate senza rispettare le normative che le disciplinano”.

Per il Sindaco di Massa Lombarda e referente politiche sicurezza Unione Comuni Bassa Romagna Daniele Bassi  "Il rispetto delle regole è la miglior garanzia per gli onesti. Partendo da questo assunto ogni occasione è utile per affermare il valore della legalità in ogni ambito; ciò permette di valorizzare la serietà, l'onestà e il senso civico delle tante imprese che costituiscono una ricchezza per le nostre comunità, ma che a volte la concorrenza sleale (che può manifestarsi con varie modalità) rischia di mettere a repentaglio. Il nostro territorio si contraddistingue per la capacità di lavorare insieme, istituzioni, forze dell'ordine, rappresentanze di interessi specifici, parti sociali, cittadini. E' con questo spirito che continueremo a lavorare per rendere sempre più ostile il territorio a chi cerca di aggirare le norme".

Lo spettacolo , che ha il patrocinio dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna e del Comune di Bagnacavallo, si svolgerà il prossimo Giovedì 12 ottobre, con inizio alle ore 21.00 Teatro Goldoni – Piazza della Libertà Bagnacavallo.

 

Come fare per

 
 

Servizi per fasce di età e interesse