21 Marzo 2012, Giornata della Memoria e dell'Impegno in ricordo delle Vittime delle Mafie - Comune di Conselice

Vai ai contenuti principali
 
 
Percorso: Home - Guida ai servizi - Tutte le news - 21 Marzo 2012, Giornata della Memoria e dell'Impegno in ricordo delle Vittime delle Mafie  

21 Marzo 2012, Giornata della Memoria e dell'Impegno in ricordo delle Vittime delle Mafie

 

21_marzo_2012

 

 

Il 21 Marzo ricorre la “Giornata della Memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime delle mafie”  promossa dalle associazioni Libera  e Avviso Pubblico .

La Giornata della Memoria e dell'Impegno vuole ricordare tutte le vittime innocenti delle mafie. Oltre 900 nomi di vittime innocenti delle mafie, semplici cittadini, magistrati, giornalisti, appartenenti alle forze dell'ordine, sacerdoti, imprenditori, sindacalisti, esponenti politici e amministratori locali morti per mano delle mafie solo perché, con rigore e coerenza, hanno compiuto il loro dovere.

L’Unione dei Comuni della Bassa Romagna aderisce alla “XIX giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime delle mafie” e promuove il progetto “Il sapore della legalità” .

Dal 19 al 23 Marzo 2012 in tutte le mense scolastiche e nei servizi per l’infanzia dei comuni verrà introdotta la pasta di semola biologica di Libera Terra nel menù giornaliero .

Libera Terra  è un’associazione di cooperazione sociale che coltiva, nel rispetto dell’ambiente e della dignità della persona, le terre confiscate alla mafia e restituite alla collettività.

L’iniziativa è svolta in collaborazione con le aziende che gestiscono la ristorazione nei servizi dei comuni dell’Unione della Bassa Romagna: Lugocatering, Sodexo, Camst, Gemos e Cooperativa Italiana Ristorazione.

“Oltre che il giusto e doveroso ricordo delle vittime di mafia e del loro sacrificio – commenta il Sindaco referente Linda Errani  – vogliamo promuovere iniziative di sensibilizzazione, soprattutto nei confronti delle giovani generazioni. Con il progetto “Il sapore della legalità” vogliamo sostenere l'idea che la legalità è un bene collettivo e quotidiano, che nasce, cresce e si alimenta anche attraverso piccole e preziose azioni come sostenere Libera Terra, il loro coraggio e la loro voglia di non accettare e di cambiare. Proprio come quelle terre, rifiorite e rigogliose, dopo essere state confiscate alla criminalità e oggi produttrici di cibo giusto e biologico, di lavoro regolare e onesto, di coesione e di dignità.”

 
Scarica_il_manifesto (631kB - PDF)