Continua la crescita demografica di Conselice - Comune di Conselice

Skip to main content
 
 
Percorso: Home - Guida ai servizi - Tutte le news - Continua la crescita demografica di Conselice  

Continua la crescita demografica di Conselice

 

fiocco-per-le-nascite

Continua la crescita della popolazione residente a Conselice che alla fine del 2005 raggiunge i 9374 residenti con un aumento annuo di 167 unità. L’incremento supera di gran lunga gli anni scorsi dove la media si attestava a circa un centinaio di unità all’anno. Nella lettura dei dati a farla da padrone resta l’immigrazione straniera che aumenta di oltre un punto in percentuale, rispetto allo scorso anno e raggiunge il 9,43% dell’intera popolazione. Tra le comunità straniere quella magrebina resta la più consistente con 434 residenti, nonostante un calo dell’1% rispetto allo scorso anno. Aumentano gli albanesi che passano dai 131 dello scorso anno ai 179 della fine del 2005 e nel panorama sostanzialmente stabile tra le cinquanta nazionalità presenti, entra il Senegal con nove nuovi residenti. Aumentano le nascite tra gli italiani con 69 unità rispetto ai 59 dello scorso anno e restano stabili quelle nelle famiglie straniere, per cui con i 93 nuovi nati del 2005 si restringe sensibilmente la forbice con un saldo negativo che passa dalle 41 unità dello scorso anno alle 23 del 2005. “È positivo che Conselice cresca, ma per questo occorre attivare politiche adeguate, capaci di agire sulla rete dei servizi a sostegno della famiglia ed intervenire sui processi di integrazione – ci dice Susanna Melandri, assessore alle politiche sociali – un altro aspetto che resta estremamente importante è il costante invecchiamento generale della popolazione che colloca Conselice al primo posto del Distretto Sanitario nel numero dei nuclei familiari composti da una sola persona”. Nelle azioni dell’amministrazione comunale è previsto, nei prossimi mesi, l’attivazione di un Forum per gli immigrati, ultimo tassello di un disegno che ha visto, lo scorso anno, l’apertura di uno sportello informativo rivolto agli immigrati e l’attivazione di uno spazio donna specifico. Il quadro anagrafico che si chiude nel 2005, vede quasi un terzo delle famiglie con un solo componente, mentre tra i 3987 nuclei familiari la media è di  2,34 unità per nucleo.