In ricordo degli ebrei arrestati a Lavezzola il 9 dicembre 1943 - Comune di Conselice

Skip to main content
 
 
Percorso: Home - Guida ai servizi - Tutte le news - In ricordo degli ebrei arrestati a Lavezzola il 9 dicembre 1943  

In ricordo degli ebrei arrestati a Lavezzola il 9 dicembre 1943

 

Nella-foto-la-palestra-e-la-Casa-del-Fascio-Lavezzola-1935-Coll.-Valentinotti

«Nella palestra in via Bastia, a pochi passi dalla Casa del Fascio (ndr: oggi Casa Comunale ) c'era un signore distinto con moglie ed una bambina di pochi anni, ma un giorno non si vide più nessuno» E ancora: «Di una altra donna si rammenta solo che portava scarpe bellissime e abitava in via Selice 15 con due ragazzini Marco e Frida. Poi la donna fu arrestata a Conselice e non tornò più, mentre Frida e Marco considerati ariani si salvarono. Nel 1948 Frida sposò un americano e Marco ritornò a Trieste con la madre». Questi sono alcuni dei pochi ricordi del passaggio di due famiglie di ebrei sfollati a Lavezzola nel 1943, che dopo essere stati arrestati furono caricati dai fascisti su un camion diretto al carcere di Ravenna e di lì trasferiti a fine gennaio del 1944 nel carcere di San Vittore con destinazione Auschwitz. Sembra che gli ebrei presenti a Lavezzola fossero una ventina ed oggi una lapide sulla parete esterna  della casa Comunale di Lavezzola ne ricorda il sacrificio, accanto alle iniziative promosse dall’Amministrazione comunale nel ricordo della «giornata della memoria».
Dagli atti desunti dal Libro Matricola dei carcere di Ravenna, risulta che:
Ghers Talmazschi matr. 2657 – ebreo, rappresentante di commercio, coniugato con Katz Etia – nato il 23/01/892 in Romania, fu Angelo e Iliamma Haba, scuole Superiori, domiciliato a Lavezzola – fu arrestato il 9/12/943 e trasferito a S. Vittore Milano. È scomparso ad Auschwitz. Valerio Talmazschi matr. 2658 – ebreo celibe, studente, nato a Trieste il 25/06/919 di Ghers e Katz Etia e domiciliato a Lavezzola – fu arrestato il 9/12/943 e trasferito a S. Vittore Milano. È scomparso ad Auschwitz. Regina Talmazschi matr. 2659 – ebrea nubile, nata il 24/2/911 a Trieste  professoressa, domiciliata a Lavezzola in via Bastia 150 – nata il 24/2/911 a Trieste – Probabilmente insegnante licenziata per le leggi razziali, fu arrestata il 9/12/943 e trasferita a S. Vittore Milano. È scomparsa ad Auschwitz.Simeone  Krzentowski matr. 2660 – ebreo viaggiatore – nato il 4/4/887 a Czestocho, Polonia, fu Abramo e Elena Luxemburg, 4° elementare, domiciliato a Trieste in via Ariani 4 con 3 figli – fu arrestato il 9/12/943 e partì da Milano il 30/1/44 per Auschwitz. È scomparso ad Auschwitz. Salomone Krzentowski detto Salo matr. 2661 – ebreo coniugato, commesso viaggiatore,  – nato il 22/07/1889 in Polonia, fu Abramo e Elena Luxemburg, domiciliato a. Lavezzola – fu arrestato 9/12/943 e trasferito a S. Vittore Milano. È scomparso ad Auschwitz.Etia Katz matr. 2662 – ebrea, coniugata con Talmazschi Ghers,  2 figli, nata in Germania (?) il 1/10/890, di Vald e fu Bubani Maria e domiciliata a Lavezzola – fu arrestata 9/12/943 e trasferita a S. Vittore Milano. È scomparsa ad Auschwitz.Sali Krzentowski , matr. 2663 – ebrea, moglie di Salomone – nata il 8/12/89 in Polonia, di Davide e Tani Bashner, domiciliata a Lavezzola – fu arrestata 9/12/943 e trasferito a S. Vittore Milano. È scomparsa ad Auschwitz.