Mettiamoci il Cuore! Parte la raccolta fondi dei Comuni della Bassa Romagna - Comune di Conselice

Skip to main content
 
 
Percorso: Home - Guida ai servizi - Tutte le news - Mettiamoci il Cuore! Parte la raccolta fondi dei Comuni della Bassa Romagna  

Mettiamoci il Cuore! Parte la raccolta fondi dei Comuni della Bassa Romagna

mettiamoci-il-cuore_Conselice

L'Unione dei Comuni della Bassa Romagna ha dato avvio ad una raccolta fondi per potenziare il fondo di solidarietà destinato all'acquisto di generi alimentari e beni di prima necessità per i cittadini in difficoltà a seguito dell'attuale emergenza Covid-19.

Le donazioni possono essere effettuate esclusivamente a mezzo bonifico bancario intestato al Comune di destinazione, utilizzando uno dei codici IBAN sotto riportati e utilizzando una delle seguenti causali:

 

  • Fondo Solidale Covid19   -   ART 2 C3 Ocdpc n.658/2020 [1]  
    (per i fondi destinati ai Buoni Spesa per famiglie in situazioni fragili)
  • Altri interventi  Emergenza Covid19  - ART 66 DL18/2020 [2]  
    (per tutti gli altri interventi dei Comuni legati all'emergenza in atto)

 

È possibile erogare la donazione ad uno qualsiasi tra i Comuni della Bassa Romagna, qualora si scelga la causale dedicata al Fondo solidale  , le somme raccolte saranno utilizzate dai Servizi Sociali per sostenere tutti coloro che si trovano in difficoltà economica derivata dall’emergenza Coronavirus. 

 

Nel caso si scelga la causale Altri interventi Emergenza Covid-19,   le somme raccolte saranno a disposizione del Comune a cui si è scelto di effettuare la donazione al fine di attivare progetti specifici di sostegno a seguito dell’emergenza. Ciascuna Amministrazione si riserva di utilizzare le quote destinate ai relativi interventi, qualora già completati, per il progetto di solidarietà alimentare.

 

INTESTATARIO IBAN ISTITUTO DI CREDITO
     
Comune di Conselice IT 10 A 08542 23700 025000132884 Credito Cooperativo ravennate e imolese
     

 

RIFERIMENTI NORMATIVI  E DETRAZIONI FISCALI

[1] Ocdpc n.658 del 29 marzo 2020  . Ulteriori interventi urgenti di protezione civile in relazione all’emergenza relativa al rischio sanitario connesso all’insorgenza di patologie derivanti da agenti virali trasmissibili

Articolo 2 (Riparto risorse per solidarietà alimentare)

3. I Comuni possono destinare alle misure urgenti di solidarietà alimentare di cui alla presente ordinanza eventuali donazioni. A tal fine è autorizzata l’apertura di appositi conti correnti bancari presso il proprio tesoriere o conti correnti postali onde fare confluire le citate donazioni. Alle medesime donazioni si applicano le disposizioni di cui all’articolo 66 del decreto legge 17 marzo 2020, n. 18.

 

[2] D.L. 17/03/2020, n. 18  

Misure di potenziamento del Servizio sanitario nazionale e di sostegno economico per famiglie, lavoratori e imprese connesse all'emergenza epidemiologica da COVID-19.

Pubblicato nella Gazz. Uff. 17 marzo 2020, n. 70, Edizione straordinaria.

Art. 66 Incentivi fiscali per erogazioni liberali in denaro e in natura a sostegno delle misure di contrasto dell'emergenza epidemiologica da COVID-19

1. Per le erogazioni liberali in denaro e in natura, effettuate nell'anno 2020 dalle persone fisiche e dagli enti non commerciali, in favore dello Stato, delle regioni, degli enti locali territoriali, di enti o istituzioni pubbliche, di fondazioni e associazioni legalmente riconosciute senza scopo di lucro, finalizzate a finanziare gli interventi in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19 spetta una detrazione dall'imposta lorda ai fini dell'imposta sul reddito pari al 30%, per un importo non superiore a 30.000 euro.

2. Per le erogazioni liberali in denaro e in natura a sostegno delle misure di contrasto all'emergenza epidemiologica da COVID-19, effettuate nell'anno 2020 dai soggetti titolari di reddito d'impresa, si applica l'articolo 27 della legge 13 maggio 1999, n. 133. Ai fini dell'imposta regionale sulle attività produttive, le erogazioni liberali di cui al periodo precedente sono deducibili nell'esercizio in cui sono effettuate

 

TRASPARENZA DELLE DONAZIONI

Il Comune di Conselice e l'Unione della Bassa Romagna si impegnano formalmente a rendicontare, mediante pubblicazione sui propri siti internet, l’utilizzo delle donazioni ricevute.