Riviviamo il Teatro - Gli spettacoli di gennaio e febbraio - Comune di Conselice

Vai ai contenuti principali
 
 
Percorso: Home - Guida ai servizi - Tutte le news - Riviviamo il Teatro - Gli spettacoli di gennaio e febbraio  

Riviviamo il Teatro - Gli spettacoli di gennaio e febbraio

Teatro-Conselice-2021-2a-2

Ecco la seconda parte della stagione teatrale 2022.

Sabato 29 gennaio 2022 alle ore 21.00  arriverà un grande ospite, l’attore e drammaturgo Marco Paolini che porterà in scena il suo ultimo lavoro, “ANTENATI”  prodotto dalla Jolefilm.

Siamo esseri, una molteplicità di esseri, ma amiamo le cose e a poco a poco ci stiamo imparentando con esse. Marco Paolini dialoga, ascolta, raccoglie storie. E ne racconta. Per dare senso al suo mestiere in questo tempo.

Un piccolo Album per narrare il presente, in prima persona. Antenati è il racconto di un incontro fuori dal comune con i miei avi, un sogno organizzato e fantastico dentro il nostro genoma che contiene le tracce dell’evoluzione della nostra specie. E’ la storia più lunga dell’Album alla quale sera per sera se ne aggiungono altre, di volta in volta diverse. La prova del Totem, Piromane, Co2, Atomi, Panico, Effetto Serra sono alcune delle storie che ho già scritto, altre le sto ancora scrivendo. Trasformare in storie il racconto della nostra disastrosa traiettoria verso un danno irreversibile al pianeta, alla biodiversità, al clima, a noi stessi è la sfida possibile che senza grancasse e proclami il lavoro degli artisti può affrontare.” M.P.

 

Sabato 12 febbraio sempre alle ore 21.00 andrà in scena lo spettacolo L’OMBRA DI TOTÒ  con gli attori Yari Gugliucci, Clotilde Sabatino, Rita Pilato. La pièce ha debuttato con successo nell’estate 2021 al “Campania Teatro Festival”, è tratta dagli scritti della giornalista de “Il Corriere della Sera” Emilia Costantini, con l’adattamento e la regia di Stefano Reali. Una scelta precisa non solo di rendere omaggio a Totò e al suo percorso teatrale che non sarà mai dimenticato grazie alla popolarità dei suoi personaggi che entravano nel cuore della gente, ma anche un valorizzare tutti i professionisti che lavorano dietro le quinte per la riuscita di un film, di uno spettacolo, tra cui le controfigure. Dino Valdi che è stato la controfigura di Totò, in virtù della sua forte somiglianza con l’artista napoletano, ha dimostrato di essere un artista di talento, anche se offuscato dalla personalità spiccata del Principe De Curtis e il legame professionale e la stima tra i due è nella storia.

Lo spettacolo teatrale è un’intervista immaginaria, che intende tracciare una biografia non autorizzata. La vita di Totò verrà raccontata in maniera assolutamente inedita da colui che ne ha rappresentato l’ombra.  L’umile Dino diventa, almeno una volta nella sua vita, improvvisamente e inconsapevolmente protagonista assoluto di una storia che non è la sua. Attraverso i suoi ricordi, riemergeranno i fatti e i personaggi del percorso artistico e familiare, pubblico e privato, del celebre attore.

Napoli, 17 aprile 1967, giorno del funerale di Totò. Nella folla che si accalca lenta, accaldata, ondeggiante in piazza Mercato davanti alla Basilica di Santa Maria del Carmine Maggiore, un fiume di gente attonita e addolorata rende l’estremo omaggio ad Antonio de Curtis. Una donna lancia un grido stridulo, additando un individuo che procede lento dietro al feretro. «Sì! Oddio! È proprio lui!». Un uomo esclama: «Guardate là! Totò è vivo! Totò non è morto! è resuscitato!». Ma che sta succedendo?  
 Il personaggio indicato è praticamente sconosciuto ai più, ma per molti anni è stato a fianco del grande attore: lo ha seguito, sostenuto e spesso sostituito, soprattutto da quando Totò divenne completamente cieco. Dino Valdi (al secolo Osvaldo Natale) è stato infatti la sua controfigura, affezionata e devota. Durante il funerale, Valdi viene avvicinato da una giornalista del quotidiano Il Mattino di Napoli che, incuriosita dalle urla e dagli svenimenti, gli chiede di rilasciargli un’intervista, per raccontare, a modo suo, la vita del Principe della risata.

 

BIGLIETTERIA

  • Spettacolo 29.1.2022 Marco Paolini  --> 22/1 e 29/1 ore 9-12.30  biglietto € 20,00 residenti € 16,00
  • Spettacolo 12.2.2022 Yari Gugliucci  --> 12/2  ore 9-12.30 biglietto intero € 16,00 residenti € 13,00

Info e prenotazioni:  Tel. 0542 – 665185 – cell. 333 – 5748015 oppure cell. 353 -4045498  e-mail: biglietteriateatroconselice@gmail.com

 

Gli spettacoli si svolgeranno nel rispetto delle disposizioni vigenti in materia di sicurezza per il contrasto e il contenimento della diffusione del Covid 19. L’accesso alle sale teatrali è consentito esclusivamente ai soggetti muniti di Certificazione Verde Covid-19 rafforzata e mascherina FFP2. La certificazione non viene richiesta ai bambini esclusi per età dalla campagna vaccinale e ai soggetti esenti sulla base di idonea certificazione medica.

L’ingresso in sala è consentito dalle ore 20.00. Si raccomanda di arrivare con largo anticipo in quanto a spettacolo iniziato  non si garantisce più la prenotazione del posto

Il Teatro Comunale di Conselice è in via Selice 125.

La rassegna è realizzata con la collaborazione del Comune di Conselice e Bottega del buonumore. Per ulteriori informazioni  visitare i siti internet  www.labottegadelbuonumore.it  o  www.davidedalfiume.it , o scrivere a biglietteriateatroconselice@gmail.com