Rush finale per i nuovi assistenti civici di Conselice - Comune di Conselice

Skip to main content
 
 
Percorso: Home - Guida ai servizi - Tutte le news - Rush finale per i nuovi assistenti civici di Conselice  

Rush finale per i nuovi assistenti civici di Conselice

 

i-volontari-della-Protezione-Civile-durante-una-manifestazione

Con l'incontro di lunedì prossimo, nell'auditorium comunale alle ore 20, va in porto il progetto di sicurezza integrato tra la Polizia municipale associata ed i volontari, che ha coinvolto trentadue cittadini conselicesi e otto massesi. In totale una quarantina di volontari, per un corso di formazione, organizzato dal Corpo associato di Polizia Municipale di Conselice e Massa Lombarda, con l'obiettivo di promuovere l’educazione alla convivenza, il rispetto della legalità, la mediazione dei conflitti e il dialogo tra le persone, l’integrazione e l’inclusione sociale. I volontari di polizia locale, coadiuvando l'azione dei vigili, saranno posti alle strette dipendenze del Comandante, Maria Silvia Ferretti e svolgeranno azioni previste dalla normativa regionale che regola questa nuova figura. Dopo un corso durato 22 ore, una prova finale ed un profitto adeguato, i volontari saranno iscritti in un registro  e muniti di un apposito tesserino e di un abbigliamento riconoscibile e svolgeranno azioni rivolte a migliorare la fruizione degli spazi pubblici, con a una maggiore capacità di ascolto delle istanze quotidiane dei cittadini. «L'assistente civico è un volontario che non si sostituisce in alcun modo al ruolo svolto dalla polizia municipale – sottolinea con forza Stefano Andraghetti, vicesindaco di Conselice –  personalmente non ho mai rilasciato alcuna dichiarazione su questo tema e quanto apparso l'altro ieri su un giornale non corrisponde minimamente alle valutazioni dell'Amministrazione, che sin dall'inizio del corso ha precisato come i volontari saranno impiegati in base alle loro attitudini, all'esperienza ed alla loro capacità di interpretare la delicatezza del ruolo di assistente civico» . Da parte dell'Amministrazione comunale, quindi, niente confusione sul ruolo di ausilio degli assistenti civici, che usciranno confermati dagli attestati di lunedì prossimo ed una maggiore puntualizzazione sulle loro azioni, dove sono escluse iniziative estemporanee o individuali. «L'istituzione dell'assistente civico è una misura aggiuntiva e non ha nulla a che fare con valutazioni sul numero dei vigili che nel nostro Corpo associato dei vigili, che è il più alto rispetto alla popolazione – conclude il Vicesindaco di Conselice – ad oggi non sono ancora stati definiti programmi concreti sul loro utilizzo e tantomeno turni, in quanto la loro azione sarà posta solo sotto le direttive del Comando e dovrà accreditarsi sul territorio come una figura amica, garantendo una presenza esperta e rassicurante, capace di essere aperta e sensibile al dialogo con gli altri cittadini, per contribuire ad accrescere la percezione di sicurezza» . L’obiettivo delle  Amministrazioni di Conselice e Massa Lombarda è quello di rendere più sicuro e pRush finale per ivo il sistema delle relazioni tra i cittadini, con un attività di informazione e di educazione civica, che faccia da traino ad un maggior rispetto delle regole del vivere comune, assicurando così tra tutti i cittadini una serena e civile convivenza. Le prove svolte dai partecipanti al corso sono tuttora in fase di valutazione da parte del Comandante, i cui giudizi verranno resi noti nell'incontro di lunedì prossimo.