Serie di furti negli edifici scolastici di Lavezzola - Comune di Conselice

Skip to main content
 
 
Percorso: Home - Guida ai servizi - Tutte le news - Serie di furti negli edifici scolastici di Lavezzola  

Serie di furti negli edifici scolastici di Lavezzola

 

Foto-della-scuola-media-di-Lavezzola

Questa mattina l’Amministrazione Comunale si è costituita parte civile nell’udienza per direttissima contro F.S. colto in flagranza di reato, la scorsa notte, dagli agenti del Commissariato di Lugo all’interno della scuola media di Lavezzola. La richiesta di patteggiamento avanzata dall’avvocato dell’imputato ha modificato la situazione, facendo cadere la condizione richiesta dall’Amministrazione comunale. Quest’ultimo episodio va inserito in una serie allarmante di furti all’interno degli edifici scolastici che, oltre alla sottrazione di denaro ed effetti di valore, hanno causato numerosi danni alle strutture. Per cui il Giudice ha chiesto all’imputato di rifondere l’Amministrazione comunale dei danni subiti entro la data di rinvio del processo, stabilita per giugno.«In una situazione del genere dove non sempre i cittadini percepiscono il lavoro delle forze dell’ordine a tutela della loro sicurezza – sottolinea Maurizio Filipucci, Sindaco di Conselice – questo è un buon esempio, e non l’unico, di come l’azione congiunta delle forze dell’ordine produca mobilitazione ed interventi tempestivi, il cui sforzo viene  giustamente premiato dai risultati di questi giorni. E questo a tutela della sicurezza della nostra comunità.
Il Comunicato del Commissariato di Polizia dello Stato di Lugo:
Ieri notte, a seguito di una chiamata al 113, una Volante del Commissariato e’ intervenuta a Lavezzola presso la scuola media statale sita in via Italia, ove vi era stata segnalata la presenza di ignoti. Giunti sul posto gli agenti hanno sorpreso ad aggirarsi tra le aule un cittadino marocchino in possesso di una torcia, di un paio di forbici e di un utensile a punta piatta, probabilmente utilizzato per forzare una porta d’ingresso ed entrare all’interno.Gli agenti hanno immobilizzato il malvivente, e lo hanno tratto in arresto in flagranza dei reati di tentato furto e danneggiamento. L’arrestato è un cittadino marocchino, tale  Fernane Samir , nato a Khouribga il 19.06.1988, e residente a Lugo in via Bastia, località Giovecca, incensurato ed in possesso di regolare permesso di soggiorno. L’episodio di ieri si inserisce in una striscia allarmante di ben 6 furti patiti dagli istituti scolastici di Lavezzola, che hanno comportato, oltre alla sottrazione di denaro ed effetti di valore, anche numerosi danni alle strutture. Proprio il giorno prima, nella notte tra il 13 e il 14 febbraio, presso le scuole elementari di via Bastia a Lavezzola, ignoti si erano introdotti attraverso la porta del retro divelta in prossimità del maniglione antipanico, ed asportavano 150 euro dalla macchinetta del caffè e 1180 euro custoditi in buste all’interno di ogni aula, che servivano come fondo cassa per la visione, a fine anno scolastico, di uno spettacolo teatrale. La serie di furti era iniziata la notte del 25/11/2006 presso la scuola media di via Italia, e in quella circostanza ignoti asportavano un registro di classe e del denaro contante custodito all’interno del distributore automatico di bevande (circa 60 euro). I malviventi cercarono anche di introdursi nell’archivio ma trovarono l’ostacolo della porta blindata. Il secondo episodio si è registrato il 10 gennaio di quest’anno, sempre nella stessa scuola di via Italia, e anche questa volta gli ignoti hanno cercato invano di forzare la porta dell’archivio, e hanno scardinato la macchinetta del caffè. Il terzo episodio, sempre nella stessa scuola, si è verificato il 27 gennaio. Ignoti hanno asportato sei registri di classe , infranto i vetri di alcune porte di accesso ad altri locali ove vi erano custoditi attrezzature scolastiche più costose. La porta, in questo caso, ha resistito ai tentativi di effrazione. Il quarto episodio si è registrato l’8 febbraio, sempre alla scuola media statale di via Italia, ed ignoti hanno cercato di forzare nuovamente la porta dell’archivio. Una punta di lima usata per lo scasso si è incastrata dentro ed ha impedito l’apertura con le chiavi. Gli ultimi due episodi, come anzidetto, si sono verificati nelle due ultime notti, prima alle scuole elementari di via Bastia e, stanotte, nella scuola media di via Italia. Il marocchino arrestato, nei confronti del quale si stanno compiendo ulteriori accertamenti per verificare un eventuale coinvolgimento con gli episodi precedenti, stamattina è stato condotto presso il Tribunale di Lugo per la direttissima,
Il Dirigente del Commissariato
Dott. Francesco Baratta