Riapre il giardino di Villa Verlicchi a Lavezzola dopo i lavori di valorizzazione delle aree verdi - Comune di Conselice

Vai ai contenuti principali
 
 
Percorso: Home - Guida ai servizi - Tutte le news - Riapre il giardino di Villa Verlicchi a Lavezzola dopo i lavori di valorizzazione delle aree verdi  

Riapre il giardino di Villa Verlicchi a Lavezzola dopo i lavori di valorizzazione delle aree verdi

IMG-20220513-WA0010

Il giardino di Villa Verlicchi  a Lavezzola riapre al pubblico,  dopo i lavori di riqualificazione, in occasione della 39a  Sagra della Porchetta e del Tortellino che si terrà dal 13 al 15 maggio.

Dopo l'importante restauro che ha permesso la nascita del centro culturale Dart, ora l'Amministrazione comunale ha investito per il rifacimento delle pertinenze esterne, con lo scopo di ripristinare il cosiddetto «Giardino all'italiana», ma anche migliorare dal punto di vista naturalistico gli spazi.

Nello specifico, sono stati messi a dimora nuovi alberi  ed è stata aumentata la biodiversità delle specie arboree e arbustive presenti, per favorire la nidificazione di uccelli selvatici (anche attraverso l'installazione di nidi e mangiatoie) e ridurre gli elementi di disturbo esterni. Sono state inoltre installate delle casette per pipistrelli e aiuole di piante nettarifare  per farfalle e altri insetti impollinatori.

Per quanto riguarda la fruizione degli spazi,  è stato realizzato uno spazio all’aperto da utilizzare per attività didattiche e manifestazione culturali, attrezzabile con sedute per piccoli gruppi in visita al giardino e alla villa (scuole, residenti, turisti organizzati). Anche gli accessi sono stati rivisti: il cemento ha lasciato spazio a stradelli di materiale drenante, senza disconnessioni e più agevoli anche per persone con mobilità ridotta. È stato infine installato un pannello divulgativo-orientativo che racconta il giardino ai visitatori.

Il costo dell'intervento è stato di 62mila euro (47.500 euro di fondi europei per gli investimenti finalizzati a migliorare l'attrattività e a ridurre detrattori ambientali e paesaggistici e 14.500 euro di risorse comunali). I lavori sono stati eseguiti dalla cooperativa Montana Valle del Lamone di Brisighella.